2013 Roadster cup Mugello

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

2013 Roadster cup Mugello

Messaggio Da Admin il Ven Mar 25, 2016 2:43 pm

prima di lasciare la penna a giampiero ricordo che a magione gara 2 della roadster fu bagnata e poco gloriosa per il nostro eroe Smile

oggi siamo al mugello e il nostro gladiatore è sceso in pista con tanto di palle per riscattarsi alla grande

BUONA LETTURA
C'E' DA GODERE STAVOLTA Smile

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]




Finalmente è arrivato il sole, e finalmente siamo al Mugello!
Terza prova della roadster che si corre come al solito insieme alla Supertwins. Ho effettuato due prove libere sul circuito del Mugello dall’ultima gara per essere pronto a questo appuntamento, ma ho avuto solo un’ora sull’asciutto per provare, tutto il resto pioggia. Si mi sono allenato anche sul bagnato, ma ancora non siamo a livelli (neanche guardabili!!!! Spero sempre nel sole!) ma continuerò.

Un cenno importante devo darlo, che ha permesso la preparazione di questa gara e soprattutto delle prossime, HO FINALMENTE UNO SPONSOR!!! La DELTA XPORT di Andrea Omarini ha deciso di investire su di me e sul team che mi segue per migliorare questa progressione di conoscenza della moto e trasformazione di me, da amatore a pilota! GRAZIE ANDREA!!!

Iniziamo da giovedì in quanto effettuo la sessione di prove libere per prendere in mano il circuito che con questa nuova moto sembra tutto più semplice, ma quando vai a spingere forte, niente è facile. Riusciamo già a prendere un buon ritmo, e concludiamo la giornata con 2’03”200 che mostra dei limiti sulla gestione delle traiettorie, ma è già un buon tempo.

Venerdi il programma ci riserva due prove ufficiali ma anche la prima cronometrata alle ore 17.30, proviamo nuove geometrie che mi permettono di ritardare la frenata e avere un inserimento ritardato data la grande maneggevolezza che otteniamo sfilando la forcella (e dovevamo assolutamente alzare la moto perché struscio sull’asfalto nelle curve a destra il puntale e la leva del freno.
Arriviamo alla prima prova ufficiale consapevoli che la strada presa mi permette di avere un ottimo feeling con l’anteriore (cosa che solo nelle prove all’ultima gara di Magione avevo provato). Scendo in pista e già al secondo giro il cronometro segna 2’01”385, decisamente un bel tempo pensando che ho pure superato 2 piloti della supertwins in entrambi i giri!!!
Decisamente soddisfatto termino in anticipo le mie prove e guardo il monitor vedendo che l’Aprilia ufficiale di Veghini ha fatto il miglior tempo in 2’00”085. Siamo secondo solo a lui! (in pole c’è Bartolini Supertwins con 1’58”6

Al sabato è previsto il solo secondo turno di prove alle 16.30, ma prima c’è il briefing consueto che tutti i piloti devono fare ad ogni gara.
Questo appuntamento ve lo devo raccontare perché mi siedo vicino a Toini (amico-avversario della MV Brutale) e dietro mi accorgo che c’è Gelli pilota della Aprilia che lo scorso anno ha vinto la gara al Mugello facendo il miglior giro in 2 minuti netti; poi mi accorgo che arriva anche il dominatore del campionato Daniele Veghini con la sua Aprilia ufficiale e si siede di fianco a Gelli.
Termina il briefing e chiedo a Gelli perché ha concluso la prima sessione in un inaspettato lento 2’03”400, e mi racconta di forti problemi con l’elettronica e altri problemi che lo hanno obbligato a far andare la sua moto in una officina di Noale per un intervento di urgenza. Ma con lui c’è un’altra persona, mi sembra proprio lui… chiedo e mi presento: mi risponde si sono Fabrizio Pellizzon.
Gli faccio i miei complimenti per come queste Aprilia (le tuono che ho il piacere di guidare, sia la vecchia OLD che l’attuale V4, le ha collaudate lui) sono ottimi prodotti e che il mio acquisto iniziale è stato proprio per quei campionati combattutissimi fra la Tuono di Pellizzon e quella di Temporali che vincevano tutto.
Per me stringere la mano a un mio mito, è stata una cosa eccezionale, e il bello è che mi ha pure offerto aiuto ed ha anche ascoltato come “guido” questa V4!!!!
Poi non racconto il resto perché in 2 minuti di chiacchierata ho trovato anche il verso di farmi cazziare perché non conosco le misure della mia tuono (altezza del mono, K della molla, ecc..) e giustamente mi ha detto che devo sapere, quasi agitandosi! Ho provato a spiegargli che io non ci capisco niente e faccio anche fatica solo a capire la domanda!!! Ma lui pensava di parlare con un pilota, e allora non ho insistito…

Cotto dal sole torrido del sabato arriviamo alle 16.30 per il secondo turno di prove ufficiali.
Entro e trovo traffico, dopo 3 giri ho pista libera, e decido di concentrare tutto li, ma già al San Donato ecco che parte il posteriore (scivola fino a perdere aderenza e fa spostare anche l’anteriore) il ginocchio a terra mi aiuta a stare in piedi (rovino anche la tuta nuova!!!), provo a finire il giro, ma niente. Non riesco a migliorare. Solo un 2’01”930 fatto nei primi giri (insieme al traffico).
Alla fine pochissimi migliorano, Veghini scende sotto il muro dei 2 minuti, 1’59”600, anche Gelli migliora ma rimane sempre terzo e Toini quarto. Poi c’è Zattara con la sua nuova Aprilia, anche lui è (abbandonata la sua Yamaha FZ1) diventato un tuonatoV4!

Siamo così alla gara… il gran caldo del sabato, sembra niente in confronto a quello della domenica. Le temperature dell’asfalto sono a 58 gradi (45 erano venerdì)!
Tutto è pronto e in griglia la prima fila è formata da Bartolini (supertwins) 1’58”5 Veghini (aprilia tuono ufficiale) 1’59”6, e poi io!!!
Il caldo si unisce all’emozione e quasi mi squaglio in griglia.

Siamo pronti e tutte le strategie fatte con la pressione della gomma fatta per essere pronti dal secondo giro in poi dovuto al caldo)…. ma appena partiti ecco che tutto svanisce…
ovviamente i due piloti davanti a me, arrivano prima alla san donato, ma anche Clementini, Zerbo e Gelli! Alle esse cerco di chiudere le porte per far entrare meno gente possibile, e appena arrivo alla arrabbiata ecco che viene sventolata la bandiera rossa (mi dispiace per il pilota Damiani che ha avuto un incidente, ma sembra senza gravi conseguenze), ma allora dentro di me mi dico… ho la possibilità di ripartire!!!

Si conclude il giro e i commissari ci fanno tornare sullo schieramento, la bandiera rossa stesa davanti a noi piloti… ma ci guardiamo increduli, perché non sappiamo se facciamo un altro giro di ricognizione o si parte subito col semaforo????
Il direttore di gara indica che i giri da 9 sono diventati 8, ma ancora fermi in griglia col motore acceso.
Sembra una attesa estenuante, e le temperature già a 110 gradi, fanno temere il peggio.
Io spengo il motore di mia spontanea volontà (ma alcune Supertwins non hanno il motorino di avviamento), prendendomi il rischio di non essere pronto per il via!!! Tutti sbracciano e il direttore gara fa il cenno che si parte con giro di ricognizione… che confusione caro direttore!!!!

Si parte e il giro lo faccio solo per riabbassare le temperature (ma penso alle gomme che si raffredderanno ancora tanto, e già sono più sgonfie perché aumenteranno di pressione per il caldo)…
Rieccoci al semaforo!!!! Ci riprovo!!!
I soliti due davanti imprendibili (Bartolini e Veghini), anche Zerbo ancora davanti… ma sono affiancato da Gelli, che tira una bellissima staccata alla san donato ed essendo all’interno mi passa davanti… ach sono terzo (quinto assoluto con 2 Supertwins).
Cerco di non perdere la scia dai primi, ma invece mi accorgo che non sono performante come loro…
Ma… arriviamo alla arrabiata e Zerbo alza il braccio e si sposta… arriviamo alle biondetti e Gelli anche lui alza il braccio e si sposta…
Temo che la brutta decisione della direzione gara, abbia creato gravi surriscaldamenti a parecchie moto… e questo forse è il risultato.

Inizio a spingere sempre più forte, ma invece di migliorare come pensavo, data la strategia con la gomma che si gonfia per la elevata temperatura, il mio grip in uscita di curva è decisamente limitato… vedo andar via quelli davanti in pochissimo tempo… e subisco il sorpasso di Clementini (supertwins).

Purtroppo dai box mi comunicano che il mio distacco di 3 secondi maturato ai primi giri su Toini, è diventato di 0 secondi.
Sento il rombo della MV in staccata e capisco che devo assolutamente “chiudere le linee” per non subire il sorpasso.
Mancano 2 giri e arriviamo alla staccata della bucine ed ecco che mi entra all’interno, fa una bella staccata, una bella percorrenza, ma soprattutto me lo vedo allontanare in una sola curva quando c’è da prendere il gas in mano.
Ma per la prima volta nella mia vita, ho una moto che ha più motore!!!!
Riesco a prendere la scia e sento che il poderoso V4 mi spinge veloce fino al sorpasso che avviene prima del traguardo e mi da margine anche per la staccata della san donato!
Cerco di resistere, ma all’inserimento della casanova, eccolo di nuovo, pulito, preciso e efficace: Marco Toini mi sorpassa.
Faccio un errore, mentre subisco il sorpasso e monto sul cordolo interno alla casanova, che mi fa perdere il contatto dalla Brutale.
Arriviamo alla staccata della Scarperia/Palagio e se fossi stato più vicino, ci potevo provare… aspetto un suo errore per colpire… ma niente… tutto perfetto!
Mi rendo conto di essere ancora più in ritardo all’uscita delle biondetti e il piccolo distacco che ha messo, mi diventerà incolmabile sull’ultimo rettilineo… ed è così.
Bravo Marco, che lo vede secondo della roadster, dietro al pilota ufficiale Aprilia Veghini.

Tirando le somme il terzo posto al Mugello è un bel risultato, che ci permette di capire che il nostro percorso per capire la moto e imparare a guidarla sta procedendo, ma ancora dobbiamo lavorare. Il problema del caldo ci ha creato più problemi degli altri, ma il tempo fatto registrare venerdì 2’01”385 è un buon tempo che se andavamo nella giusta progressione, avremmo fatto probabilmente il 2 netto che tanto desideravamo.

Un cenno importante lo vorrei dare al fatto che mentre tornavo dal podio in compagnia di tutti i miei fans, mi affianca Fabrizio Pellizzon che mi chiede che problemi ho avuto…
Ormai avrete capito che sono un emozionale, e sapere che lui è venuto a chiedermi come è andata, mi ha fatto tanto piacere! Pensate che mi ha pure detto di avermi guardato e ciò che gli ho raccontato sui miei problemi di grip, lui li aveva già identificati guardando i movimenti della mia moto in curva!!!
Adesso ci prepariamo per la prossima gara del 9 settembre a Vallelunga, dovrebbe essere la doppia gara (una al sabato e una alla domenica), e grazie anche al ritiro di Gelli sono terzo in classifica della Roadster. Quindi anche il campionato diventa interessante con 3 gare da disputare!



AGGIUNGO IO :


SCOPETANI THE POWER OF A DREAM Smile 👏  👏  👏  👏  👏  👏  👏

Admin
Admin
Admin

Messaggi : 136
Data d'iscrizione : 07.05.15

Vedi il profilo dell'utente http://www.v4mania.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum